VET QUALIFICATION “WINEMAKER SPECIALIST”

Sintesi del progetto www.winevet.eu

L'UE è leader mondiale nella produzione di vino e la dimensione socioeconomica del settore vitivinicolo europeo è molto rilevante.
Con una grande maggioranza di piccoli produttori e manodopera familiare, impiega oltre 3 milioni di persone: circa il 20% dell'occupazione nell'agricoltura dell'UE e il 10% del valore della produzione agricola.
Supportato dalla politica dell'UE, il settore vitivinicolo migliora la sua competitività, preserva le migliori tradizioni viticole, promuove le aree rurali e offre opportunità di lavoro
(Https://ec.europa.eu/agriculture/wine_en) - (www.ceev.eu/about-the-eu-wine-sector).

Nonostante l'importanza del settore vitivinicolo, in molti paesi e regioni europei mancano le opportunità di formazione professionale per acquisire le competenze richieste dal mercato, in particolare a livello superiore. Il QNQ macedone è in costruzione, ancora senza standard di IFP nel settore vitivinicolo. Gli standard dell'IFP umbra (la Costituzione italiana conferisce competenza regionale nell'IFP) non includono le qualifiche per il settore vitivinicolo, mentre per gli apprendisti l'accordo nazionale sul lavoro agricolo descrive brevemente uno specifico profilo di basso livello. In entrambi i territori, la produzione di vino è un'attività chiave economica e ad alta intensità di manodopera e mostra alti tassi di disoccupazione, in particolare per i giovani.

I fornitori di IFP macedoni e umbri, le autorità di qualificazione, le aziende e le organizzazioni del settore vitivinicolo condividono queste esigenze e (per aumentare l'occupabilità dei giovani, sviluppare la forza lavoro altamente qualificata, qualificata e mobile necessaria alle imprese, sostenere gli sviluppi dell'IFP congiunti in Europa e rafforzare la qualità, la pertinenza, l'attrattiva dell'IFP ) cooperare per preparare e istituire la qualifica di IFP congiunta post-secondaria (EQF 5) “Specialista enologo”. Basandosi sulle precedenti esperienze ECVET, dovranno:

- analizzare il campo professionale / di apprendimento mirato nell'NQF / RQF coinvolto e le pratiche trasferibili per la trasparenza nell'IFP

- progettare un profilo di qualifica dettagliato, delineando i risultati di apprendimento attesi in termini di conoscenze, abilità e competenze in unità chiaramente identificate

- stabilire il profilo congiunto delle qualifiche e istituire, dal protocollo d'intesa ECVET, la struttura di cooperazione per garantire trasparenza, comparabilità, qualità, riconoscimento reciproco

- progettare un programma di studi congiunto, chiarendo la strategia di formazione per raggiungere risultati di apprendimento con una forte componente di apprendimento basata sul lavoro e sostenere la mobilità degli studenti

- definire una linea guida comune per la valutazione dei risultati di apprendimento, elencando i discenti dei requisiti specifici che devono rispettare per avere successo

- sostenere un'efficace integrazione delle norme comuni nelle NQF / RQF interessate.

I gruppi target sono studenti dell'istruzione e formazione professionale macedoni e umbri (in particolare giovani e apprendisti) che otterranno la qualifica, i fornitori di IFP che utilizzano gli standard e le aziende del settore vitivinicolo che beneficiano di questa forza lavoro mobile altamente qualificata, qualificata. Poiché il settore vitivinicolo richiede fortemente competenze di livello superiore e, poiché l'integrazione delle qualifiche in NQF / RQF, l'impatto previsto è rilevante sia per l'occupabilità degli studenti dell'IFP, sia per la competitività delle imprese settoriali, nonché per gli sviluppi congiunti dell'IFP in Europa e la qualità complessiva dell'IFP, pertinenza, attrattiva.